MICOLOGIAMESSINESE

Aree Nebrodi


Home Sommario Commenti Novità Glossario

 

 

 

Home
Indice fotografico
Indice Funghi
Nomi dialettali
Monti Peloritani
MONTI NEBRODI
Attività
Tossicita
CONSIGLI
RICETTE
ALBERI
LIBRI
REGOLAMENTI
Andar per funghi
STORIA
POESIA
VACANZE


 

Posti ristoro  e aree attrezzate per scampagnate o pranzi al sacco           

 

  • Parco di Castell'Umberto

Il parco è situato a monte dell'abitato di Castell'Umberto ed è facilmente raggiungibili con normali automezzi.

   Sorge intorno ad un piccolo laghetto, circondato da una lussureggiante vegetazione, e comprende anche un galoppatoio, alcune voliere con uccelli, recinto con daini e cervi, numerosi tavoli, con panche in legno, divisi in gruppetti opportunamente distanziati, barbecue per arrosti alla brace, fontanelle e servizi igienici.

                        

Nel laghetto viene praticata la pesca sportiva ed è possibile ammirare numerosi cigni, anatre ed oche.

Tutta la zona intorno al parco è ricca di piante di querce, castagno, nocciolo e pini e nella buona stagione sono molte le specie fungine che è possibile trovare.

 

  • Santa Maria del Bosco

Partendo da Randazzo  imboccare la S.S. n. 116 (Randazzo - Santa Domenica Vittoria). Superato il ponte sul fiume Alcantara, dopo circa 700 metri, imboccare la strada a sinistra che ci condurrà all'ingresso dell'area demaniale di Monte Bioardo. Si passa il cancello forestale e dopo circa 2 Km. di strada sterrata si arriva all'area attrezzata. L'ingresso dal cancello con le autovetture è subordinata all'autorizzazione da parte dell'Ispettorato Forestale di Catania, diversamente è possibile e libero a tutti l'ingresso a piedi, lasciando la macchina fuori dal cancello. La specie arborea forestale predominante è la roverella che forma fitti ed intrigati boschetti, però all'osservatore più attento non potranno sfuggire la presenza di aceri, pini, pioppi, ecc., che compongono un paesaggio forestale variegato. Pochi tavoli e panche in legno, due punti cottura, acqua che sgorga da singolari fontanelle ed i servizi igienici sono le strutture ricettive presenti in quest'area, parecchio frequentata. Sono difatti numerosissimi nel periodo estivo i gruppi scouts che scelgono tale località come punto base per campeggio e nella primavera le scolaresche provenienti da tutta l'Isola in gita scolastica. La presenza di tante persone nel bosco attesta un giudizio di gradimento di tali strutture da parte di tutti e questo con un buon ritorno d'immagine per tutto il Corpo Forestale della Regione Siciliana.

  • CAMISA

Partendo da Randazzo  dirigersi verso Cesarò. Dopo circa 4,5 Km., sulla S.S. n. 120, si arriva al ponte sul Fiume Flascio. Da qui seguire le indicazioni verso il Vivaio Flascio e dopo circa 2,5 Km. si arriverà all'omonimo Demanio Forestale il cui ingresso è contraddistinto da un grande cancello. L'area attrezzata, si trova a circa un chilometro dentro questo demanio forestale, un bellissimo bosco di querce caduche e di roverella in particolare. L'ingresso all'area è consentito a piedi, lasciando la macchina fuori dal cancello, ma dietro autorizzazione, per particolari e comprovate esigenze, è possibile l'ingresso, da richiedere all'I.R.F. di Catania. La bellezza dei luoghi e le specie di piante e di fauna che si possono incontrare ci appagheranno della fatica sostenuta per raggiungere quest'area. Pioppi, cipressi, pini e principalmente molte e bellissime roverelle sono le specie arboree più diffuse che compongono la copertura boschiva di questa località e non meno interessante è la composizione del sottobosco ricca di fiori multicolori, dai ciclamini alle margheritine, dalle ginestre ai cisti, ecc. In questo contesto ambientale è stata realizzata l'area attrezzata di Camisa allo scopo di consentire una sosta in bosco agli amanti della natura, e principalmente ai molti e numerosi scouts che nel periodo estivo si alternano a fare campeggio, provenienti da tutta la Sicilia.

Tavoli e panche, diversi punti cottura, fontanelle con acqua, lavatoi ed i servizi igienici sono le strutture che vi si trovano. Due areole con tavoli e panche sono state realizzate sotto tettoia a mò di "gazebo".Area_Camisa.jpg (31287 byte) La felice posizione, al confine tra le province di Messina e Catania, e l'aria pulita hanno fatto di quest'area una meta ambitissima, potendosi anche considerare come punto base per escursioni del versante sud ovest dei Nebrodi e del Lago Trearie. L'area attrezzata ed il Demanio rientrano nel territorio del Parco.

 

      Previsioni meteo settimanali per Floresta   

 

  • CERASIA

Nel territorio del comune di Tortorici, ricco di ambienti naturali diversi, nelle aree di proprietà dell'Azienda Forestale è stata realizzata una piccola area attrezzata quale simbolo tangibile di un bosco demaniale destinato alla pubblica fruizione. Per raggiungere l'area attrezzata, partendo da Tortorici si prosegue in direzione di Floresta. Dopo circa 10 Km. di arteria provinciale si imbocca la strada asfaltata a destra per Portella Mitta e Portella Castagnera. Per chi proviene da Floresta il bivio di Portella Mitta si trova a sinistra a circa 2 Km da detta località.

  Dopo quasi 1 Km di prati la strada entra in un fitto bosco di Faggi e pini neri di vecchio impianto, a 1.200 metri sul livello del mare. La pineta è retaggio di un antico impianto boschivo realizzato precedentemente in terreni a vocazione pascoliva ottenuti a loro volta con opere di deforestazione della vegetazione arborea primitiva. In questo contesto ambientale è stata realizzata l'area per picnic di Cerasia, composta da molti tavoli con panche in legno. L'accesso posto in una larga curva è possibile direttamente dalla strada asfaltata, a mezzo apposito scalandrino che consente di superare agevolmente la recinzione di filo spinato che rappresenta la chiudenda dell'intera area boscata oppure, per disabili, attraverso il cancello la cui apertura è da richiedere preventivamente alla Forestale. Per chi possiede un fuoristrada è possibile accedere ad una sterrata che porta ad altri tavoli posti più in basso, tra una vegetazione di Querce e Castagno. Interessante è la presenza nelle zone circostanti di altre piante rare ed interessanti quali l'acero montano e l'agrifoglio, qui vegetante  allo stato spontaneo in forma cespugliosa compatta. La raggiungibilità dell'area è data da una buona strada asfaltata, sicché nei giorni festivi diviene meta ambitissima per escursioni e gite nel bosco da parte dei tanti amanti della natura. Il bosco con il suo eterogeneo corteggio floristico e l'aria pura del luogo sono il biglietto da visita di questo territorio montano, anticamera del Parco dei Nebrodi

 

La zona è ricca di funghi in molti periodi dell'anno. Si possono trovare varie specie di Agaricus,  Boletus edulis, Boletus aestivalis, Boletus impolitus, Boletus erythropus, Suillus granulatus, Lactarius deliciosus, Tricholoma portensosum, Tricholoma terreum, Macrolepiota procera, ecc.

 

Per vedere tutte le foto degli alberi ed arbusti vai alla pagina:  "ALBERI"


NORME DI COMPORTAMENTO

ALL'INTERNO DEL DEMANIO E NEI BOSCHI IN GENERE

NON ACCENDERE FUOCHI:  le foreste, i boschi, sono altamente infiammabili soprattutto in estate. Ogni anno molti ettari di bosco bruciano per colpa di mozziconi di sigarette, fiammiferi e cenere di pipa lasciati cadere incautamente accesi, oppure per residui di fuochi da pic-nic lasciati accesi ed i cui carboni vengono trasportati dal vento su paglia incendiandola. Se avvisti un incendio nel bosco chiama subito il servizio antincendio della forestale al 1515.

NON ABBANDONARE RIFIUTI: porta da casa un sacchetto per i tuoi rifiuti che poi lascerai nei punti di raccolta pubblici. Non lasciare nel bosco piatti, bicchieri o altri oggetti di plastica, sparsi o raccolti in sacchetti ed appesi agli alberi. Lascia il bosco pulito come vorresti trovarlo. Prima di lasciare il bosco girati e pensa come era quando sei venuto.

NON DANNEGGIARE GLI ALBERI: la natura, i fiori e gli alberi vanno osservati, non danneggiati, strappati o portati via. 

RISPETTA LA FAUNA: gli animali vanno difesi e protetti perchè possano col tempo diventare molto numerosi e considerare l'uomo come un loro amico.

SEGUI I SENTIERI NEI BOSCHI: il sottobosco può essere distrutto e rovinato dal passaggio della gente. Ricorda che l'erba è un ottimo alimento, spesso il principale, per gli animali. 

           

CONSERVA PULITE LE ACQUE: gettare rifiuti nell'acqua significa inquinare. Il tuo gesto può causare la morte di pesci ed altri organismi, oltre ad arrecare un serio danno alle falde acquifere utilizzate dall'uomo.

EVITA I RUMORI INUTILI: tieni basso il volume della radio, non fare uso del clacson, non transitare con motociclette ed altri mezzi motorizzati. Goditi in pace questa tranquillità e falla godere agli altri.

RISPETTA LE ATTREZZATURE: non distruggere le attrezzature costruite per rendere il soggiorno nel bosco più gradevole. Molte persone non possono sedersi per terra. Considera il bosco un tuo bene, come casa tua, da non distruggere.

 

Descrizioni parzialmente tratte dagli opuscoli dell'Azienda Foreste Demaniali della Regione Siciliana.  

 

 

 

 

Monti_Nebrodi.htm
Aree_attrezzate_Nebrodi.htm
Itinerari_Nebrodi.htm
regolamento_parco_dei_nebrodi.htm
Bosco di Malabotta.htm

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Cerca nel sito

Per cercare nella pagina utilizza il tasto "trova" del browser (CTRL+F)




Home Su Itinerari Nebrodi Aree Nebrodi Bosco Malabotta Regolament Park Isola di Salina

Pagine viste dal 08/6/2014 

Privacy Policy

© 2003-2015 F. Mondello. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre foto e testi di questo sito senza autorizzazione.

Contatti