MICOLOGIAMESSINESE

Precedente Home Successiva

Indice Funghi

Tremella mesenterica e Tremella aurantia = Naematelia aurantia
Descrizione e foto spore, conidiospore e basidi settati (
phragmobasidi)

Basidiomycota, Agaricomycotina, Tremellomycetes, Tremellomycetidae, Tremellales, Tremellaceae

Tremella mesenterica Retz.

Tremella mesenterica  Tremella mesenterica

Tremella mesenterica  Tremella mesenterica

Tremella mesenterica

Basidiocarpo gelatinoso, 3-8 cm, inizialmente di forma convessa, presto con delle protuberanze arrotondate, poi tendenti ad accrescersi ed a diventare delle lamine ispessite, infine sottili, sempre nel complesso di forma ondulata, plissettata, celebriforme. Superficie viscida, di aspetto lucido, di colore giallo oro, giallo uovo.

Imenoforo: costituito da tutta la superficie esposta.

Gambo: sessile, riunito in una larga base comune.

Carne: di consistenza elastica, gelatinosa, intrisa d'acqua, di colore giallo-oro. Essiccata si riduce notevolmente di dimensioni per la perdita d'acqua.

Habitat: cresce in autunno ed inverno, è parassita di Pirenomiceti (Daldinia, Diatrype, Diatrypella, Biscogniauxia), cresce su tronchi e rami morti di latifoglie, rinvenuta anche su Agrumi.

Commestibilità: di nessun interesse alimentare.

Microscopia: Spore sferiche o subsferiche, apiculate, lisce, granulose, non amiloidi, 13-16 x 11-15 um, Q=1,1-1,2. Spore secondarie (conidiospore) sferiche, 2,0–4,0 x 1,5–3,0 μm. Basidi 19,8–24,0 x 15,2–19,5 μm, ovoidali, divisi in 2-4 setti (phragmobasidi), con quattro sterigmi molto lunghi, 18–144 × 4.5–6.5 μm, che gli conferiscono la forma di un Polipo. Ife con giunti a fibbia.

Phragmobasidio di Tremella Mesenterica   Fragmobasidio e spore di Tremella Mesenterica   Tremella mesenterica PhragmoBasidi e spore

Microscopia Tremella mesenterica

Note: Tremella mesenterica si riconosce facilmente per la consistenza gelatinosa ed il bel colore giallo, la crescita su legno morto invaso da Peniophora sp.
Tremella foliacea ha colori che vanno dal giallo-arancio al bruno e corpo fruttifero disposto a foglie che partono da un gambo comune. Spore più piccole.

Anche se la consistenza gelatinosa la troviamo spesso negli Ascomycetes, il Genere Tremella appartiene ai Basidiomycetes, in particolare agli Heterobasidiomycetidae, quella Sottoclasse che in passato separava le specie con phragmobasidi, i basidi divisi longitudinalmente da setti.

 

Tremella aurantia Schwein. = Naematelia aurantia (Schwein.) Burt è quasi identica, possiede colorazione più intensa, giallo-arancio ed inizialmente ha superficie opaca o pruinosa e non lucente, cresce su legno invaso da Stereum hirsutum o S. subtomentosum.

Microscopicamente ha spore più piccole, 8,3-9,5 (-9,7) x 6,8–7,6 (-8,0) μm, numerose spore secondarie 2,0–4,0 x 1,5–3,0 μm, basidi con 2-4 setti, 13,0–14,1 x 12,5–13,0 μm, senza o con corti sterigmi.

Tremella aurantia

Tremella aurantia

 

Dacrymyces chrysospermus Berk. & M.A. Curtis (vedi) è simile, può raggiungere i 5 cm di diametro, cresce su legno decorticato di aghifoglie, possiede basidi a forma di diapason e spore curve, multisettate.

 

 

verme

 


Precedente Home Su Successiva

Agaricus Specie Ag-Au Aleuria Amanita Armillaria Ascomycetes Auricularia Boletus Boletopsis Calocybe Cantharellaceae Clavarie Clitocybe Collybia Coprinus s.l. Cortinarius Specie C Specie D Entoloma Specie F Ganoderma Specie G Gymnopilus Gyroporus Helvella Specie H Hydnum Hygrophorus Hypholoma Inocybe Inonotus Genere  Lactarius Leccinum Lepista Leucopaxillus Lycoperdon Lyophyllum Macrolepiota Specie M Morchella Mycena Mycenastrum Nyctalis Specie O Oudemansiella Specie P Phallaceae Pholiota Pleurotus Polyporales Psathyrella Ramaria Russula Specie R Specie S Sclerodermatales Stropharia Suillus Tapinella Tremella Tricholoma Specie V Xerocomus

 

Pagine viste dal 08/6/2014   

Utenti connessi

 

© 2003-2023 F. Mondello. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre foto e testi di questo sito senza autorizzazione.

Privacy Policy

Contatti