MICOLOGIAMESSINESE

Caloboletus

HOME Index Funghi Boletus Caloboletus Gyroporus Imperator Leccinum Rubroboletus Suillellus Suillus Xerocomus Tipo Boletus Tipo esile Chiave Tabellare Tipi decorrenti

Caloboletus

Comprende boleti dal cappello di colore bianco o caffellatte, carne di sapore amaro, biancastra, virante al verde-blu al taglio, pori fini, gialli, viranti al blu alla pressione, tubuli dello stesso colore, gambo reticolato.

 

Caloboletus calopus (Pers.) Vizzini

Boletus calopus Pers.

 

 Caloboletus calopus ex Boletus calopus  Caloboletus calopus ex Boletus calopus

Caloboletus calopus

 

Cappello:  5-15 cm,  da emisferico a convesso. Cuticola asciutta, finemente vellutata o comunque opaca, screpolata col secco, di colore grigio-nocciola, beige pallido o caffellatte, tende a scurire con l'etÓ ed a imbrunire nelle abrasioni.

Imenoforo: Tubuli fini, lunghi, adnato-arrotondati, gialli, tententi al verdognolo, verde-azzurro al taglio. Pori gialli, poi olivastri, viranti al verde-azzurro alla pressione.

Gambo: 4-10 x 2 cm, inizialmente obeso, poi cilindrico, di colore giallo all'apice e rosso carico nella metÓ inferiore, bruno alla base, ricoperto da un fitto reticolo ben evidente, inizialmente bianco poi concolore. Vira al blu alla manipolazione.

Carne: bianco crema, brunastra alla base del gambo, vira al taglio all'azzurro tenue. Fortemente amiloide. Sapore amaro.

Habitat: Cresce dall'estate all'autunno in boschi soprattutto di faggio, castagno, e abeti, con substrato acido.

Microscopia: Spore lisce, fusiformi, 12-16 x 4-6 Ám.

CommestibilitÓ: amaro, non commestibile.

 

Note: Caloboletus calopus, per i pori gialli, pu˛ essere confuso con alcuni Boletus della sezione Appendiculati (adesso inseriti nel Genere Butyriboletus) ma possiede sapore amaro che all'assaggio toglie ogni dubbio.

Boletus pachypus viene considerato una semplice forma del B. radicans, differisce per il cappello chiaro, una fascia rossa confinata all'apice del gambo e sapore poco amaro.

Boletus radicans possiede cappello bianco o grigio caffellatte e gambo giallo senza toni rossi.

Boletus radicans fo. sanguineipes possiede cappello da bianco sporco a nocciola chiaro, gambo rosso sangue nell'estrema base, assenza di reticolo o solo confinato  nella parte alta del gambo, carne rosso vinoso alla base del gambo e sapore poco amaro evidenziabile solo dopo lunga masticazione, reazione amiloide negativa.

Tylopilus felleus, anch'esso dal sapore amaro possiede pori prima bianchi, poi rosa o viranti al rosato, carne bianca immutabile o appena rosata, gambo senza toni rossi.

 

 

Caloboletus radicans (Pers.) Vizzini

Boletus radicans Pers.: Fries

Boletus albidus  Roques

Porcino amaro, Funciu i vacca, Firin

Caloboletus radicans ex Boletus radicans  Caloboletus radicans
  Boletus radicans

Cappello:  5-20 cm, inizialmente emisferico, poi convesso o guancialiforme. Cuticola asciutta, vellutata, glabrescente. Di colore dal bianco latte al grigio caffellatte.

Imenoforo: Tubuli sottili, adnati, gialli, poi verdognoli, azzurri al taglio. Pori rotondi, giallo citrino, immediatamente viranti al blu al tocco.

Gambo: 6-10 x 2-7 cm, tozzo, spesso cilindrico, radicante, biancastro con zone giallo chiaro, alla base brunastro, ricoperto da un fine reticolo concolore, al tocco vira al verde-azzurro.

Carne: biancastra, giallo pallida, vira immediatamente al verde-blu al taglio. Reazione amiloide negativa. Odore fruttato, sapore amaro.

Habitat: Cresce in periodi molto caldi, dall'estate all'autunno, in boschi di querce, faggi e carpini, su terreno calcareo.

Microscopia: Spore lisce, fusiformi, bruno olivastre in massa, 11-14 x 3-6 Ám.

CommestibilitÓ: Non commestibile per il sapore amaro.

 

Note: Caloboletus radicans si distingue per la colorazione biancastra del cappello (da cui il vecchio nome Boletus albidus) e per l'assenza di toni rossi sul gambo, per il viraggio al verde-blu e soprattutto per il sapore amaro. Per quest'ultima caratteristica possiede lo stesso nome volgare del Tylopilus felleus che per˛ possiede pori prima bianchi, poi rosa o viranti al rosato e carne bianca immutabile o appena rosata.

Boletus radicans f. sanguineipes Panzera (non considerato nel nuovo Genere Caloboletus) Ŕ una semplice forma che possiede la carne, alla base del gambo, color rosso sangue, colorazione che traspare anche all'esterno, ha sapore poco amaro e un reticolo poco evidente e confinato nella parte alta del gambo.

Boletus sanguineipes Boletus radicans f. sanguineipes

Boletus radicans f. sanguineipes

 

Caloboletus calopus (vedi precedente) si distingue per il gambo rosso carminio, ornato da un reticolo rosso sgargiante.

Boletus radicans var. pachypus (Fr.) Bon Ŕ una semplice forma, non considerata nel nuovo Genere Caloboletus, differisce per il cappello chiaro, una fascia rossa confinata all'apice del gambo e sapore poco amaro.

Gyroporus cyanescens si distingue per i pori bianchi, solo giallini in vecchiaia, il gambo presto cavo o cavernoso, fragile, non ricoperto da reticolo, sapore gradevole, viraggio alla manipolazione e al taglio al blu scuro.

 

 

Vedi tutti i Boleti

 

Home Su Chiave Boletaceae Caloboletus Torosi Rubroboletus Suillellus

 

Pagine viste dal 08/6/2014   

Utenti connessi

 

ę 2003-2021 F. Mondello. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre foto e testi di questo sito senza autorizzazione.

Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario

Contatti